Retata della finanza: scommesse sportive illegali.

Retata della finanza: scommesse sportive illegali.

SHARE

Siamo nel capoluogo siciliano, nella bella Palermo, e in tutta la sua provincia. Una squadra di 80 finanzieri, compie un controllo su 28 esercizi di sale gioco e scommesse, e ne rileva ben 8 soggetti a segnalazione all’autorità giudiziaria. Tre sale gioco vengono addirittura sequestrate.

Il piano di controllo è stato disposto dal Comando generale della Guardia di Finanza a livello nazionale, proprio ora che inizia la stagione calcistica e le scommesse sportive, specie quelle online, hanno il loro boom. Ma non sono il boom è delle scommesse: è anche dell’illegalità. Di 28 che ne sono state controllate, le sale non a regola erano 8: 3 sequestrate, altre 5 soltanto multate. Tra le pecche più frequenti quella di detenzione di apparecchi non muniti di nulla osta di distribuzione e messa in esercizio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Le altre sanzioni sono per lo più di natura amministrative. Le postazioni informatiche sequestrate sono, in totale, 13, sono state prese in alcune note vie di Palermo: via Cappuccini, via Corradino di Svevia, via Guerrazzi, via Goethe. Erano collegate a siti stranieri, sprovviste di autorizzazione dei Monopoli e consentivano di giocare su siti non autorizzati, come anche confermato dagli scontrini trovati sul luogo. Tutte le giocate erano effettuate in evasione d’imposta, e ora si cerca di ricostruirne l’entità per valutare sanzioni e risarcimenti.