Poker online Italia: la raccolta di ottobre sale, ma rimane a terra...

Poker online Italia: la raccolta di ottobre sale, ma rimane a terra rispetto allo scorso anno.

SHARE

poker onlineOttobre, e il freddo ritorna nelle piazze, nelle spiagge, nei locali. Quelli all’aperto chiudono, quelli al chiuso si riempiono. Ma quando a mettere il naso fuori di casa c’è il rischio che si brini, non tutti hanno voglia di rischiare l’influenza. Così ritornano le serate al calduccio a giocare davanti al proprio pc. E così ritornano le cifre che scaldano, sì, ma il mondo del poker e del casinò online.

Nonostante tutto, però, questo ottobre tanto freddo non lo è stato. E anche il poker e il casinò online, infatti, ne hanno risentito. Le cifre sono salite, certo, ma ancora nulla rispetto a quanto fossero l scorso anno. Ottobre 2012 batte ottobre 2013, senza alcuna ombra di dubbio né rischio di pareggio.

Parlando di cifre, la situazione è più o meno questa: la raccolta per il poker cash game segna 440 milioni di euro. Si tratta di ben 25 milioni in più rispetto a quanto raccolto a settembre, quindi  sostanzialmente il dato è positivo. Ma si trasforma subito in un dramma si si chiama all’appello la raccolta di ottobre 2012!

Guardiamo ad esempio alla spesa (differenza tra quanto giocato e quanto vinto), sempre per il cash game: ottobre riporta 11,4 milioni di euro. Lo stesso mese del 2102 ne contava ben 16,6, per un ammontare di un + 31%.

Chi domina i mercato è sempre PokerStars, che conclude il mese con circa 199 milioni di euro. Seguono poi Lottomatica, con 42,4 milioni di euro, e poi il duo Bwin/Party, con 38,5 milioni. Fuori podio abbiamo Microgame, con 38,4 milioni, Eurobet, con 25,7 milioni, Snai, con 22,3 milioni e Sisal Poker, con 16,2 milioni di euro.