Palinsesto complementare: il primo è Paddy Power.

Palinsesto complementare: il primo è Paddy Power.

SHARE

Dati ufficiali relativi allo scorso anno mostrano come il 32% del totale delle scommesse sportive sia avvenuto tramite internet, e lasciano supporre che nei prossimi anni il trend sarà ancora in crescita, vista l’attuale diffusione capillare di smartphone, tablet, e altri dispositivi di accesso alla rete. Non solo: in questi giorni gira una notizia secondi cui un’ulteriore impennata sarebbe resa possibile dal provvedimento preso lo scorso 31 luglio dall’Agenzia delle Dogane di Monopoli. Si tratta della possibilità, per tutti gli operatori autorizzati, di offrire ai propri utenti il palinsesto complementare.

Si tratta, in parole semplici, di un complemento integrativo del palinsesto regolare stabilito da AAMS. Alla lista degli eventi della giornata, cioè, i vari operatori, potranno affiancare un’altra serie di items (ad esempio scommesse) cui i giocatori potranno usufruire e soprattutto cui i bookmakers dovranno attenersi. Il principio di funzionamento del palinsesto complementare, però, sarà opposto a quello del palinsesto regolare, poiché non sarà AAMS a proporlo giornalmente ad AAMS ai vari operatori, ma esattamente il contrario, salvo poi la facoltà di AAMS di verificarne la validità. Insomma si tratta di un notevole aumento dell’offerta, sia quanto a possibilità di scommessa, sia in quanto a varietà dei settori su cui scommettere. Cosa che accenderà senza dubbio la fantasia di molti ancora fuori dal giro, e soprattutto che farà impazzire chi già si diverte scommettendo. Sembra che il primo operatore di gioco ad adottare questa novità sarà proprio Paddy Power, un bookmaker che sta giusto giusto compiendo un anno, che grazie al suo spirito giovanissimo si permette di giocare come voce fuori dal coro e sfoggiare questa ultimissima tendenza.