Paddy Power si burla di Silvio: è suo il premio simpatia!

Paddy Power si burla di Silvio: è suo il premio simpatia!

SHARE

Sembra che anche Paddypower giochi ad ironizzare sulle recenti vicende che affliggono l’ormai ex premier. Dal 19 luglio, la facciata di un palazzo nei pressi della Colonna di San Lorenzo, a Milano, riporta una scritta alquanto palese: “Se nei prossimi 7 anni ti serve evasione, su Paddypower.it/arcore trovi tutto il divertimento che vuoi”. La trovata pubblicitaria rimarrà in facciata per oltre un mese, facendosi beffa del cavaliere e di tutte le polemiche che la sua condanna ha sollevato.

Proprio così: il bookie irlandese – Paddy Power – si permette di scherzarci su, a Silvio Berlusconi, e lo fa utilizzando al facciata di un palazzo nel cuore di Milano. Ma non è finita qui, perché PaddyPower rincara la dose sul suo blog: se visitate la home non vi sfuggirà di certo una maxi scritta in 3D che recita “Presidente cribbio, ci ascolti! Noi di Paddy power siamo fatti così… un pò bischeri, un po’ ironici, a volte irreverenti, ma come vede, caro Zio Silvio, noi non facciamo parte delle persone che la offendono. Anzi, anche se a volte non condividiamo tutto il casino che ha fatto (siamo sinceri eh, qualche bischerata s’è fatta via…) le diamo la possibilità di rilassarsi, divertirsi e tornare a giocare come quando era molto più giovane di adesso”. La cosa più divertente è che la scritta, che serve per muovere un bonus di 350 euro, è inserita in una grafica tutta particolare: accanto al claim è raffigurata una finestra chiusa in stile Villa San Martino con affissa la scritta “Arcore”, dalla quale scende un lungo lenzuolo bianco intrecciato. Insomma: tutto richiama la simbologia dell’evasione, e Paddy Power si permette di bullarsene con una simpatia che da sempre lo distingue e gli conferisce il primato di betting più divertente d’Europa. Di fronte a questo capolavoro, cui hanno collaborato due importanti agenzie, come E001 e Twenty Four Seven, non si può che farsi una gran risata e accettare la battuta, con una certa ironia. Ma anche Silvio e gli arcoresi la penseranno così?