Casinò online: ancora settore traino?

Casinò online: ancora settore traino?

SHARE

Nonostante si parli ormai ovunque di crisi, c’è da dire che il settore die casinò online fa la sua per rimanere a galla nel clima di depressione generale. Mantiene la sua dignità il casinò online, assieme alla sua posizione stabile nel mercato.

Stiamo parlando, logicamente, dei casinò firmati AAMS, ossia quei casinò online approvati dal monopolio Statale e da lui regolamentati per tutelare gli utenti che vi ricorrono per il proprio svago e, perché no, per i propri colpi di fortuna. I dati che stiamo per proporvi sono relativi all’appena concluso semestre di questo anno 2013. Essi confermano che grazie al settore casinò online lo Stato italiano ha incassato la bellezza di tre miliardi e mezzo di euro; somme che derivano dalle imposte sul gioco. Con un ammontare del genere, si parla di + +15,4% rispetto allo stesso periodo (il primo semestre, appunto) dello scorso anno, 2012. Anche le entrate tributarie, poi, segnano un + 5.2%, che si aggira intorno ai 190 milioni di euro. Insomma sono tutto fuorché cifre da ridere quelle che riguardano il gioco online e il suo contributo alla nostra disperata economia statale. Certo con il calo estivo non ci si potranno aspettare uguali resoconti per il prossimo trimestre, ma si po’ dire che la sua parte, il casinò online, la abbia proprio già fatta. Tra i settori che trainano di più, come sempre, troviamo i giochi live, come la roulette, le slot, degli evergreen del gioco d’azzardo, il poker, gioco d’astuzia irresistibile.