Brasile: scommesse sportive che salvano il calcio.

Brasile: scommesse sportive che salvano il calcio.

SHARE

calcio-brasiliano322Dal 18 al 20 novembre, a Rio de Janeiro, si terrà l’inaugurazione del Brasilian Gaming Congress (BGC). I delegati che vi parteciperanno  potranno vedere coi loro occhi come un mercato delle scommesse sportive responsabilmente regolamentato può rappresentare la salvezza finanziaria per vari club di calcio.

La notizia si riferisce direttamente al Brasile, in cui diverse squadre hanno accumulato ben u miliardo e mezzo di dollari di debiti, solo nel 2013, per tasse non pagate.

Il governo è stato costretto a pagare una parte del debito ricorrendo ai soldi dei contribuenti, ed ora le scommesse sportive si pongono come soluzione efficiente. Sarà forse il pretesto per non essere più giudicate una fonte di corruzione psichica e una delle piaghe sociali più al centro dell’agenda mediatica?

Ewa Bakun, la responsabile dell’organizzazione, spiega che paesi come Spagna e Regno Unito traggono il loro reddito da contratti di sponsorizzazione con agenzie di scommesse.

Proprio per questo il mondo delle scommesse sportive brasiliano creerà un ambiente completamente trasparente per i club, per migliorare le loro prestazioni finanziarie grazie alla partnership coi fornitori di scommesse. Insomma: una regolamentazione che porterà vantaggi ambo i lati.

Rimane un interrogativo: perché preferire fonti di risarcimento dei debiti illegali, quando è possibile ricorrere a queste strategie? Come si diceva, Regno Unito, Francia, Spagna e Danimarca già perseguono questa strada, e con notevole successo. È sufficiente legalizzare le scommesse sportive e canalizzare il gettito fiscale allo Stato. Gli operatori avranno il vantaggio della legalizzazione, le società sportive quello di potenziare le loro prestazioni finanziarie. Chi potrebbe rimanerne scontento?